Blog

Quali sono i migliori programmi turistici a Amsterdam nel mese di maggio?

Stai pianificando un viaggio ad Amsterdam a maggio? Quali sono le attività più belle e migliori per i turisti che vengono a visitare la città nell’ultimo mese di primavera? Ci sono molti luoghi che vale la pena visitare e dovresti essere preparato a frequenti docce occasionali, quindi è meglio mettere nella tua lista sia le attività al chiuso che quelle all’aperto. Qui ti daremo alcuni consigli per fantastiche attività ad Amsterdam a maggio.

Ancora una volta, Amsterdam ha un tempo molto instabile e non passa quasi mai una settimana senza rovesci di pioggia un paio di volte. Ma il miglior consiglio è comunque quello di guardare le previsioni del tempo prima di venire a fare una stima del tipo di tempo che ci si può aspettare. E anche se piove parecchio, è comunque fantastico sapere che quando non piove a maggio, Amsterdam è una città con temperature tra i 15 e i 25 gradi Celsius, il che la rende fantastica per chi vuole stare all’aria aperta ed esplorare la città.

Ora che hai alcune informazioni di base, lascia che ti diamo alcuni consigli per fantastici programmi ad Amsterdam a maggio!

Fantastiche attività di maggio ad Amsterdam e dintorni.

Scopri di più sulla cultura olandese a Zaanse Schans.

È strano pensarci, ma gran parte dei Paesi Bassi si trova sotto il livello del mare. Di conseguenza, il paese è costruito su palafitte. Una parte importante nella protezione del paese dall’acqua era la costruzione di dighe (di cui la diga di Amster), e poi l’uso di mulini a vento, o mulini ad acqua, per proteggere la terra e per rimandare l’acqua da dove proveniva in modo che il terreno potesse essere utilizzato per l’agricoltura o la costruzione di case. Se vi recate a Zaanse Schans, che si trova appena fuori Amsterdam, potete vedere i mulini e passeggiare al loro interno, potete vedere come si fanno i tipici zoccoli olandesi e si può anche visitare un caseificio. In altre parole, un luogo perfetto da visitare per i turisti che vogliono saperne di più sulla cultura olandese.

Esplora la città in bicicletta (solo se hai esperienza)!

Per chi visita Amsterdam e i Paesi Bassi per la prima volta, è estremo vedere migliaia di biciclette parcheggiate l’una accanto all’altra, vicino alle grandi stazioni ferroviarie e altrove nelle città più grandi. Gli olandesi amano le loro biciclette e, di conseguenza, è un paese a misura di ciclista. Ecco perché nella città di Amsterdam troverai molti posti dove puoi noleggiare una bicicletta, il che significa che in seguito potrai esplorare la città da solo. Ci sono poche attività più belle di un giro in bicicletta intorno ai canali e attraverso i parchi di Amsterdam in una bella giornata di maggio.

Ma dovresti anche essere avvisato… la gente di Amsterdam, i tranvieri e le automobili, sono abituati al fatto che gli olandesi sanno come comportarsi nel traffico con le biciclette. Se arrivi senza esperienza e con poca pratica, può essere pericoloso girare per Amsterdam in bicicletta, perché è molto più probabile che tu commetta un errore rispetto alla gente del posto esperta. In altre parole, fai attenzione, fai un po’ di pratica prima di arrivare ad Amsterdam e magari partecipa a un tour guidato in bicicletta ad Amsterdam poiché la guida locale ti aiuterà a partire bene e ad abituarti al traffico prima di uscire per esplorare la città da solo.

Quali musei vuoi visitare?

Piove, soffia il vento e stai cercando un programma indoor. Quale museo visitare? Amsterdam ha più musei per abitante di qualsiasi altra città in Europa, quindi hai molto da scegliere, ma qual è il posto giusto dove andare per te e per le persone con cui viaggi?

Viaggi con bambini che vogliono sperimentare e vedere qualcosa di divertente? “Ripley’s Believe It or Not” è un museo in cui si possono vedere oggetti molto strani, alcuni reali, altri totalmente inventati. Quello che vedrete vi divertirà e vi farà rimanere in soggezione e forse anche ridere. Un ottimo posto dove andare per le famiglie in una giornata piovosa di maggio ad Amsterdam.

E se volessi istruirti sul tema della storia di Amsterdam? Avete già studiato e imparato a conoscere i mulini a vento dei Paesi Bassi, ora è il momento di un po’ di storia più generale. Dovreste visitare il “Museo di Amsterdam“. Qui puoi scoprire come la città si è evoluta nella capitale del fantastico paese e anche la storia delle colonie olandesi.

Vuoi saperne di più sull’industria del sesso ad Amsterdam? Come è iniziato tutto? Perché è diventato legale lavorare come prostituta ad Amsterdam? Com’è la vita di una prostituta ad Amsterdam? Puoi imparare molto di più su questi e altri argomenti nel “Sexmuseum Amsterdam” e anche nel “Red Light Secrets: Museum of Prostitution”.

La maggior parte delle persone che vengono ad Amsterdam lo fanno pensando al Museo Van Gogh o alla Casa di Anna Frank . Questi sono ottimi posti dove andare, ma non dimenticate di acquistare i biglietti in anticipo, perché è quasi impossibile acquistare direttamente i biglietti, soprattutto per la Casa di Anna Frank.

Keukenhof è un must!

Hai letto il nostro articolo su cosa fare ad Amsterdam ad aprile? Uno dei posti più importanti dove andare ad aprile è Keukenhof, il bellissimo giardino con milioni di fiori che sbocciano in quel periodo dell’anno. Abbiamo altre buone notizie per te! Keukenhof è normalmente aperto anche nelle prime settimane di maggio, quindi se venite all’inizio di maggio, informatevi se Keukenhof è aperto e, in caso affermativo, acquistate i biglietti e partecipate a una gita al parco il prima possibile.

Keukenhof è aperto solo per circa 2 mesi in totale all’anno, quindi le possibilità di visitare il luogo sono limitate. Di conseguenza, dovresti assolutamente visitare Keukenhof se hai la fortuna di visitare Amsterdam e i Paesi Bassi durante il periodo dell’anno in cui è possibile visitare questa zona.

Gita di un giorno al keukenhof da Amsterdam

Se decidi di noleggiare un’auto, il tempo di percorrenza da Amsterdam a Keukenhof in auto è di circa 45 minuti.

Dai un’occhiata al nostro calendario per scoprire concerti, mostre o altri programmi temporanei ad Amsterdam!

Ci sono molti concerti ad Amsterdam durante tutto l’anno. È difficile inserirli in un articolo con informazioni generali e consigli su cosa fare ad Amsterdam a maggio. Quindi, invece di cercare di scriverne qui, ti consigliamo di dare un’occhiata al nostro articolo su “cosa sta succedendo ad Amsterdam” per saperne di più sui prossimi programmi temporanei come concerti, gare podistiche, mostre, eventi sportivi e altre cose in corso.


Questi sono alcuni pensieri e idee per fantastici programmi ad Amsterdam nel mese di maggio. Ma non dimenticate che avremmo potuto scrivere anche di molti altri programmi. Non importa quando arrivi ad Amsterdam, ti consigliamo di acquistare i biglietti per una crociera sui canali di qualche tipo. Forse dovresti fare un normale giro turistico, o puoi acquistare i biglietti per una degustazione di formaggi e vini sui canali di Amsterdam, o forse un viaggio per la pizza?

I fantastici musei di Amsterdam meritano una visita tutto l’anno, e il più famoso di tutti è il Rijksmuseum. Qui c’è la più grande collezione di pittori olandesi, ma anche molti artisti internazionali. Se volete un museo più piccolo, allora la Casa di Rembrandt è un gioiello che sarete felici di dare un’occhiata più da vicino.

Tutto sommato, Amsterdam è una città fantastica e c’è molto da aspettarsi.

Se hai ulteriori commenti, domande o idee, scrivili nel campo dei commenti qui sotto!

Amsterdam ad aprile: cosa fare? What will the weather be like?

Mentre i narcisi fioriscono e il sole riscalda dolcemente i canali di Amsterdam ad aprile, i visitatori arrivano in gran numero nei Paesi Bassi e ad Amsterdam. Il paese e la sua capitale Amsterdam offrono una deliziosa miscela di attività all’aria aperta ed esperienze culturali. Dalle rilassanti gite in bicicletta attraverso le affascinanti strade della città ai vivaci campi di tulipani a Keukenhof, ce n’è per tutti i gusti in questo magico periodo dell’anno.

Il tempo ad Amsterdam nel mese di aprile.

Aprile ad Amsterdam segna il passaggio dalle giornate fresche e umide dell’inverno alle temperature più miti della primavera. Sebbene sia consigliabile imballare gli strati per adattarsi all’occasionale brezza fredda, le temperature in genere vanno da 7°C a 13°C. Questi sono numeri medi, il che significa che puoi essere fortunato e godere di temperature molto più calde, ma potresti anche sperimentare un clima ancora più freddo.

Quando visiti i Paesi Bassi, è fondamentale sapere che le piogge sono molto comuni. Di conseguenza, dovresti sempre portare un ombrello e un impermeabile per essere preparato. Tuttavia, non lasciatevi scoraggiare dalla possibilità di pioggia: la bellezza di Amsterdam risplende anche in caso di pioggia.

Attività consigliate ad Amsterdam nel mese di aprile.

Esplorare la città in bicicletta:

Con il suo terreno pianeggiante e l’ampia rete di piste ciclabili, Amsterdam è un paradiso per i ciclisti. Noleggiare una bicicletta non è solo un modo ecologico per esplorare la città, ma ti permette anche di navigare con facilità tra le stradine e i ponti pittoreschi. Pedala lungo gli iconici canali, passando davanti a monumenti storici come la Casa di Anna Frank e la Westerkerk, e attraverso vivaci quartieri come Jordaan e De Pijp.

Se non usi una bicicletta da molto tempo, fai molta attenzione e indossa un casco (anche se la gente del posto lo fa raramente). Bisogna prestare particolare attenzione quando si attraversano le diverse strade e linee del tram.

Andare in bicicletta ad Amsterdam

Passeggia nei diversi parchi di Amsterdam.

I parchi di Amsterdam prendono vita ad aprile e sono luoghi meravigliosi per rilassarsi e vedere com’è la primavera per la gente del posto. Il parco più famoso è il Vondelpark, il più grande spazio verde della città. È un paradiso per ciclisti, jogger e picnic. Fate una passeggiata tra i suoi sentieri tortuosi, noleggiate un pedalò sul lago o semplicemente rilassatevi su una panchina e godetevi l’atmosfera del parco.

Volete rilassarvi in un parco ancora più tranquillo? Dovresti visitare il Westerpark o il Sarphatipark, entrambi fantastici per trascorrere un momento di pace in mezzo alla bellezza della natura.

Crociera sui canali.

Nessuna visita ad Amsterdam è completa senza aver visitato i suoi iconici canali. Sali a bordo di una crociera sui canali ed esplora la città senza muovere le gambe mentre passi accanto a eleganti case sui canali, ponti storici e affascinanti case galleggianti. Se vuoi saperne di più, partecipa a una crociera sui canali con una guida dal vivo o un’audioguida. Durante queste crociere puoi imparare di più sui diversi edifici che vedi, dandoti ancora più valore.

Non vuoi ascoltare una guida? Acquista i biglietti per una crociera sui canali dove mangi formaggio, bevi vino o assaggi la pizza! Ci sono molte crociere rilassanti e divertenti in cui si tratta di piacere e non di apprendimento.

Crociera sui canali di Amsterdam

Nessun viaggio ad Amsterdam ad aprile è completo senza una gita di un giorno a Keukenhof.

Aprile è sinonimo di tulipani nei Paesi Bassi e una visita a Keukenhof è un must assoluto in questo periodo dell’anno. A breve distanza in auto o in treno da Amsterdam, Keukenhof è il giardino fiorito più grande del mondo, che vanta oltre sette milioni di tulipani, narcisi e giacinti in piena fioritura. Mentre visiti il parco puoi passeggiare attraverso giardini a tema, ammirare le esposizioni floreali dal design intricato e scattare foto degne di Instagram in mezzo a un mare di fiori.

Il modo più semplice per visitare Keukenhof è con un tour organizzato da Amsterdam. Se hai un’auto o vuoi usare i mezzi pubblici è anche possibile, ma è un po’ più complicato che partecipare a un tour organizzato.

Molto probabilmente pioverà un po’ durante il vostro viaggio di aprile ad Amsterdam… Cosa fare allora?

Se il tempo volge al peggio, non temere: Amsterdam offre una vasta gamma di attrazioni al coperto da esplorare. Cerca rifugio dalla pioggia in musei di fama mondiale come il Rijksmuseum, che ospita capolavori di Rembrandt e Vermeer, o il Van Gogh Museum, dove puoi ammirare le opere dello stesso maestro olandese. Senti la gioia e l’ispirazione mentre guardi alcuni dei capolavori più famosi della storia umana e scopri l’arte, la storia e la cultura mentre passeggi per queste sacre sale, riparandoti dalle piogge di aprile mentre ti immergi nella bellezza del patrimonio artistico di Amsterdam.

Museo Van Gogh di Amsterdam

In altre parole, dovresti quasi sperare in un po’ di pioggia, perché ti darà una scusa per visitare questi e molti altri fantastici musei di Amsterdam. E non dimenticate che Amsterdam è la città in Europa con il maggior numero di musei per abitante, quindi non importa cosa vi interessi, troverete un museo adatto a voi ad Amsterdam.

Riassumiamo il tutto: Amsterdam ad aprile!

In conclusione, aprile ad Amsterdam è un periodo di rinnovamento e scoperta, in cui la città si risveglia dal suo sonno invernale per abbracciare lo spirito vibrante della primavera. Che tu stia navigando lungo i canali, esplorando i fantastici parchi o ammirando la bellezza dei tulipani in fiore, non mancano i modi per vivere la magia di Amsterdam durante questo incantevole periodo dell’anno.

Quindi prepara le valigie, prendi l’ombrello e preparati a innamorarti di questa affascinante città nel cuore dei Paesi Bassi.

Vuoi saperne di più su concerti, festival, mostre e altri programmi temporanei ad Amsterdam? Dai un’occhiata al nostro calendario di Amsterdam per saperne di più su cosa succederà ad Amsterdam nelle prossime settimane e mesi!

Conoscere Amsterdam attraverso la letteratura: 7 libri per viaggiatori

Amsterdam è una città con canali pittoreschi, architettura storica, cultura vibrante e un’atmosfera liberale. Per molto tempo è stata una calamita per i viaggiatori in cerca di esperienze uniche. Quindi, sia che tu stia passeggiando lungo le strade acciottolate, ammirando opere d’arte di livello mondiale nel Van Gogh e nel Rijksmuseum, o se decidi di assaggiare le famose delizie culinarie della città, Amsterdam offre qualcosa per tutti. Ma puoi portare ancora più ricchezza al tuo viaggio se leggi alcuni libri stimolanti prima di arrivare.

Questo articolo vuole darti suggerimenti per sette libri che vale la pena leggere prima di venire ad Amsterdam. Alcuni di loro sono letteratura turistica, mentre altri libri sono romanzi storici che ti permetteranno di vedere Amsterdam ai vecchi tempi con il tuo occhio interiore. Non è necessario leggere tutti i libri, ma siamo abbastanza convinti che sarai ispirato a leggere almeno uno o due dei libri della lista se sei un amante dei libri!

Sette libri che renderanno Amsterdam ancora più interessante quando arriverai ad esplorare la città!

1. “Il diario di una ragazza” di Anna Frank

Il diario di Anna Frank è un racconto toccante e intimo della vita durante l’Olocausto, che offre una visione profonda della storia di Amsterdam durante la Seconda Guerra Mondiale. I visitatori possono esplorare la Casa di Anna Frank, dove Anna e la sua famiglia si nascosero dalle persecuzioni naziste, fornendo un forte legame con il passato della città.

Questo potrebbe essere il libro più famoso di tutti, ed è una buona lettura sia per gli adolescenti che per gli adulti.

2. “Il miniaturista” di Jessie Burton

Il miniaturista

“The Miniaturist” è un libro su una giovane donna di nome Nella che si trasferisce ad Amsterdam nel XVII secolo per iniziare una nuova vita. Sposa un ricco mercante di nome Johannes Brandt, ma presto scopre che la sua nuova casa nasconde molti segreti.

Johannes regala a Nella una casa delle bambole come regalo di nozze, e Nella assume un misterioso miniaturista per arredarla. Tuttavia, le miniature che arrivano sono repliche esatte di cose che accadono nella vita reale di Nella, portandola a chiedersi come il miniaturista sappia così tanto di lei.

Mentre Nella affronta la sua nuova vita ad Amsterdam, scopre segreti su suo marito, sua sorella e il personale domestico. Il libro esplora i temi dell’amore, del tradimento e delle dinamiche di potere della società olandese del XVII secolo.

3. “La febbre dei tulipani” di Deborah Moggach

“Tulip Fever” è una storia ambientata ad Amsterdam in un periodo in cui la gente andava pazza per i tulipani, che sono fiori graziosi. Racconta la storia di una giovane donna di nome Sophia che si sposa con un uomo molto più anziano, Cornelis Sandvoort, perché la sua famiglia è povera.

Sophia si sente sola nel suo matrimonio e si innamora di Jan, un pittore ingaggiato per dipingere il ritratto suo e di suo marito. Jan e Sophia iniziano una relazione segreta e escogitano un piano per comprare bulbi di tulipano e venderli per un sacco di soldi in modo da poter scappare insieme.

Ma le cose si complicano quando la cameriera di Sophia viene coinvolta nel loro piano e il mercato dei tulipani crolla, causando il caos. La storia è piena di amore, bugie e colpi di scena inaspettati.

4. “Amsterdam: una storia della città più liberale del mondo” di Russell Shorto

Amsterdam è la città più liberale del mondo

“Amsterdam: una storia della città più liberale del mondo” è un libro che parla di come Amsterdam sia diventata un luogo molto aperto. Racconta la storia della città da molto tempo fa fino ad oggi.

Il libro mostra come Amsterdam sia nata come un piccolo villaggio di pescatori e sia cresciuta fino a diventare una grande città. Parla di come persone provenienti da diversi paesi sono venute a vivere lì, portando le loro idee e culture. Questo ha reso Amsterdam un luogo vario e interessante.

L’autore, Russell Shorto, spiega come Amsterdam sia diventata famosa per essere molto liberale. Ciò significa che le persone accettano stili di vita e credenze diverse. Parla di come questa apertura abbia plasmato la storia della città e l’abbia resa unica.

5. “The Coffee Shop Book Club: il meglio delle caffetterie sotterranee di Amsterdam” di Carroll Van West

“The Coffee Shop Book Club: The Best of Amsterdam’s Underground Coffee Shops” è un libro che parla dei posti cool di Amsterdam dove le persone possono andare a rilassarsi, bere un drink e magari fumare un po’ di cannabis, che è una pianta che alcune persone usano per divertimento.

Il libro ti parla delle diverse caffetterie di Amsterdam e di ciò che rende speciale ognuna di esse. Parla dell’atmosfera, delle bevande che servono e del tipo di persone che potresti incontrare lì. È come una guida che ti aiuta a trovare i posti più belli in città.

Carroll Van West, l’autore, ti dà suggerimenti e consigli su come goderti il tuo tempo in queste caffetterie in modo sicuro e responsabile. È un libro divertente per chiunque voglia esplorare l’atmosfera rilassata di Amsterdam e sperimentare qualcosa di un po’ diverso.

6. “Lonely Planet Amsterdam”

Per consigli pratici di viaggio e suggerimenti essenziali, la guida di Amsterdam di Lonely Planet è una compagna inestimabile. Ricca di consigli utili, mappe dettagliate e informazioni aggiornate su attrazioni, ristoranti e alloggi, questa guida ti assicura di sfruttare al meglio il tuo tempo in città.

Se stai cercando un libro che ti dia informazioni di base utili e interessanti per un turista, questa potrebbe essere la soluzione migliore.

7. “Amsterdam: un romanzo” di Ian McEwan

“Amsterdam: A Novel” di Ian McEwan è la storia di due amici di nome Clive e Vernon che vivono ad Amsterdam. Il libro ci parla della loro amicizia e delle scelte che fanno. Clive e Vernon sono entrambi uomini di successo, ma hanno visioni diverse della vita. Un giorno, fanno un patto, che è come una promessa, per aiutarsi a vicenda se succede loro qualcosa di brutto.

Ma le cose si complicano quando entrambi si innamorano della stessa donna e si trovano in una situazione difficile. La storia esplora temi come l’amicizia, l’amore e la moralità.

Quale/i libro/i leggerai?

Che tu sia attratto dalla ricca storia di Amsterdam, dalla sua vivacità culturale o dalla sua atmosfera rilassata, questi sette libri offrono diverse prospettive che miglioreranno la tua esperienza di viaggio. Dagli avvincenti drammi storici alle approfondite guide di viaggio, ogni libro fornisce una lente unica attraverso la quale esplorare e apprezzare le molte sfaccettature di questa incantevole città.

Questi libri daranno vita ad Amsterdam prima del tuo arrivo, e vedrai, ascolterai e sentirai molto di più mentre cammini su e giù per le strade reali e lungo i canali di Amsterdam.

Hai altri libri consigliati per chi viene ad Amsterdam? Scrivi un commento e facci sentire da te!

Come visitare Amsterdam senza spendere un sacco di soldi!

Hai sentito dire che Amsterdam è una città molto costosa? Ti piacerebbe visitare la città di Amsterdam senza spendere troppi soldi? E’ possibile? In questo articolo, condivideremo alcuni consigli che ti aiuteranno a goderti la città senza spendere un sacco di soldi!

Mentre la città può essere più costosa, con un po’ di pianificazione sapiente, puoi vivere il fascino di Amsterdam senza bruciare un buco in tasca.

Scegli un posto economico in cui soggiornare.

  • Alloggi economici:
    Amsterdam offre una vasta gamma di opzioni di alloggio per tutte le tasche. Prendi in considerazione l’idea di soggiornare in ostelli o pensioni economici, che offrono un luogo confortevole e conveniente per riposare, consentendoti di destinare più fondi alle esperienze.
  • Alloggi alternativi:
    Esplora opzioni di alloggio alternative come Airbnb, dove potresti trovare alloggi unici e convenienti nei quartieri locali. Se sei disposto a vivere fuori dal centro città (e utilizzare i mezzi pubblici), puoi risparmiare un sacco di soldi e spenderli in altre attività interessanti ad Amsterdam.
Programmi economici a Amsterdam

Non deve essere costoso viaggiare per Amsterdam.

  • Mezzi pubblici:
    Amsterdam ha un efficiente sistema di trasporto pubblico, tra cui tram, autobus e metropolitana. Prendi in considerazione l’acquisto di un pass per i trasporti di più giorni per risparmiare sulle tariffe individuali.
  • Ciclismo:
    Abbraccia la cultura locale noleggiando una bicicletta. Amsterdam è una città a misura di ciclista e la bicicletta è un modo economico e divertente per esplorare le sue affascinanti strade.

Vedere molto senza pagare molto.

  • Pass per i musei:
    Investi in un pass per i musei, che può garantirti l’accesso a più musei a una tariffa scontata. Questo è particolarmente vantaggioso se hai intenzione di esplorare musei rinomati come il Rijksmuseum e il Van Gogh Museum.
  • Attrazioni gratuite:
    Goditi la bellezza della città senza spendere un centesimo esplorando le sue attrazioni gratuite. Passeggia lungo gli iconici canali, visita i vivaci quartieri come Jordaan e ammira l’arte di strada in aree come NDSM Wharf.

Salta i ristoranti Michelin e mangia cibo economico, ma fantastico!

  • Mercati locali:
    Opta per i mercati locali come l’Albert Cuyp Market e il Waterlooplein Market per cibo di strada delizioso e conveniente. Assaggia le specialità olandesi senza spendere una fortuna.
  • Picnic:
    Prova la gioia di cenare all’aperto facendo la spesa e facendo un picnic in uno dei parchi di Amsterdam. Questo non solo consente di risparmiare denaro, ma consente anche di godere degli spazi verdi della città.

Cerca eventi gratuiti e trova una crociera sul canale cheal!

  • Eventi gratuiti:
    Tieni d’occhio gli eventi gratuiti che si svolgono in città, come concerti all’aperto, festival e spettacoli culturali. Amsterdam ospita spesso eventi che soddisfano vari interessi senza richiedere un biglietto d’ingresso.
  • Crociere sui canali:
    Sebbene le crociere sui canali siano un’attività popolare, possono essere un po’ costose. Cerca opzioni economiche o prendi in considerazione l’idea di esplorare i canali a piedi per vivere la città in modo diverso.

Anche se Amsterdam è considerata una città costosa per i turisti, è possibile andarci senza spendere molti soldi seguendo questi consigli. Mentre fai scelte intelligenti per quanto riguarda l’alloggio, i trasporti, i ristoranti e l’intrattenimento, puoi goderti la ricchezza di Amsterdam senza spendere una fortuna. Che tu stia esplorando siti storici, assaporando la cucina locale o immergendoti nella scena culturale, Amsterdam ha molto da offrire ai viaggiatori attenti al budget in cerca di un’esperienza indimenticabile.

Ci auguriamo che vi godrete i vostri giorni ad Amsterdam e che tornerete a casa con la sensazione di essere riusciti a vedere le bellezze della città e ad assaggiare il cibo locale, senza spendere più di quanto volevi!

Quando arriva Babbo Natale nei Paesi Bassi?

Quando arriva Babbo Natale nei Paesi Bassi? Quando vengono consegnati i regali? Succederà qualcosa il 24 dicembre?

I Paesi Bassi hanno il loro modo unico e incantevole di celebrare l’arrivo di Babbo Natale, conosciuto localmente come Sinterklaas. Approfondiamo la timeline delle feste per capire quando Sinterklaas arriva nei Paesi Bassi e quando i regali tanto attesi arrivano nelle mani eccitate dei bambini.

1. L’arrivo di Sinterklaas: 5 dicembre

Secondo la tradizione olandese, Sinterklaas arriva la sera del 5 dicembre, portando gioia e allegria nelle famiglie di tutto il paese. L’arrivo è segnato da una grande processione, con Sinterklaas che naviga verso le città sul suo battello a vapore, accompagnato dai suoi aiutanti dispettosi, i Pieten. Va anche detto che arriva ufficialmente nel paese dalla Spagna il primo sabato dopo l’11 novembre e nel periodo tra quel sabato e il 5 dicembre, guarda i bambini per vedere chi si sta comportando bene.

2. Tempo presente: 6 dicembre

La magia continua la mattina del 6 dicembre, quando i bambini olandesi si svegliano e scoprono se Sinterklaas ha lasciato loro dolcetti e regali. Per ricevere queste sorprese, i bambini spesso lasciano fuori le scarpe la notte del 5 dicembre. I Pieten, con il loro spirito giocoso, riempiono le scarpe di caramelle, piccoli giocattoli e altre deliziose golosità.

Questa giornata non riguarda solo i doni materiali, ma anche la gioia di donare e condividere. Le famiglie si riuniscono per scambiarsi i regali e lo spirito di festa avvolge l’intero paese.

3. 24 dicembre: La questione della vigilia di Natale

Sebbene il 24 dicembre non sia tradizionalmente associato a Sinterklaas nei Paesi Bassi, solleva la questione della vigilia di Natale. Nella cultura olandese, la vigilia di Natale viene effettivamente celebrata, ma non è così importante come le festività che circondano Sinterklaas.

Alla vigilia di Natale, alcune famiglie olandesi possono scambiarsi piccoli regali o godersi un pasto festivo, ma l’evento principale per lo scambio di regali rimane legato a Sinterklaas il 5 e 6 dicembre.


In sintesi, l’incantevole arrivo di Sinterklaas il 5 dicembre pone le basi per una celebrazione festosa, culminata nel gioioso scambio di doni la mattina del 6 dicembre. Sebbene la vigilia di Natale abbia un suo significato, sono le tradizioni olandesi uniche che circondano Sinterklaas che catturano davvero i cuori di grandi e piccini durante le festività natalizie.

Quali sono i formaggi olandesi più importanti che devi includere nel tuo piatto di formaggi?

Per quanto riguarda le delizie gastronomiche, i Paesi Bassi si sono ritagliati una nicchia nel mondo del formaggio. Il paese è noto per la sua ricca tradizione casearia e ha prodotto formaggi eccezionali per secoli. L’esperienza olandese nella produzione di formaggio ha ottenuto riconoscimenti dagli appassionati di formaggio di tutto il mondo. In questo articolo, esploreremo alcuni dei formaggi più famosi dei Paesi Bassi che hanno superato la prova del tempo e continuano ad affascinare le papille gustative di tutto il mondo.

I formaggi più famosi dei Paesi Bassi

Gouda

Probabilmente il formaggio olandese più iconico, Gouda occupa un posto prezioso nel cuore degli amanti del formaggio di tutto il mondo. Prende il nome dalla città di Gouda nell’Olanda meridionale, questo formaggio ha una storia che risale al Medioevo. Il Gouda è tradizionalmente prodotto con latte vaccino ed è caratterizzato dalla sua caratteristica forma rotonda, dalla consistenza morbida e da una gamma di sapori, da quelli delicati e cremosi a quelli invecchiati e robusti. Spesso presenta quei classici cristalli di formaggio, che gli conferiscono un delizioso scricchiolio. Gouda è incredibilmente versatile e può essere gustato indipendentemente, sciolto su panini o abbinato a frutta e vino.

Edam

Il formaggio Edam, che prende il nome dalla città di Edam nell’Olanda Settentrionale, è un altro formaggio olandese iconico che ha guadagnato fama globale. Edam è facile da individuare su qualsiasi piatto di formaggi con la sua caratteristica forma a palla e il rivestimento in cera rosso vivo. Tradizionalmente prodotto con latte vaccino parzialmente scremato, Edam ha un profilo aromatico delicato e nocciolato che diventa più pronunciato con l’invecchiamento. Grazie al suo basso contenuto di grassi, Edam è una scelta popolare per coloro che cercano un’opzione di formaggio più leggera.

Leida (Leidse kaas)

Il formaggio di Leida è una creazione olandese unica con una storia che può essere fatta risalire al 16 ° secolo. Questo formaggio a pasta semidura è aromatizzato con cumino e semi di cumino, conferendogli un gusto distintivo e aromatico che lo distingue dalle altre varietà. Originariamente, Leida era fatta per celebrare eventi importanti, come matrimoni e nascite. Si credeva che l’aggiunta di spezie migliorasse la digestione e la salute generale. Oggi, Leida rimane un amato formaggio olandese con un profilo aromatico unico nel suo genere.

Un negozio di formaggi nei Paesi Bassi. Fonte: Pixabay

Maasdam

Il formaggio Maasdam, spesso paragonato all’Emmental svizzero, è un formaggio olandese con caratteristici “occhi” o buchi sparsi per l’interno. Maasdam è fatto con latte vaccino con un sapore dolce e nocciolato e una consistenza leggermente elastica. La sua versatilità lo rende un’ottima opzione per la fusione, rendendolo una scelta eccellente per fonduta o panini.

Limburger

Il Limburger è un formaggio olandese audace e caratteristico, noto per il suo aroma intenso e il sapore forte. Questo formaggio a pasta molle ha una consistenza cremosa e matura dall’esterno verso l’interno, risultando in una crosta che diventa sempre più pungente man mano che il formaggio invecchia. Anche se potrebbe non essere la tazza di tè di tutti, Limburger è amato da coloro che apprezzano il suo gusto potente e le sue caratteristiche uniche.

Boerenkaas

Boerenkaas si traduce in “formaggio di fattoria” in olandese. Realizzato con metodi tradizionali in piccole fattorie, Boerenkaas esemplifica l’essenza dell’artigianato. Questo formaggio è disponibile in vari stili, da fresco e cremoso a stagionato e robusto, mettendo in mostra le diverse abilità e tecniche dei singoli agricoltori.

Ti piacerebbe sperimentare un programma di degustazione di formaggi ad Amsterdam?

Ci sono molti programmi legati al formaggio disponibili per i turisti ad Amsterdam. Se vuoi imparare come viene prodotto il formaggio, è possibile. Preferiresti sederti, assaggiare tutti i tipi di formaggio e combinarlo con del delizioso vino? Ci sono programmi adatti a te! Alcuni programmi si verificano sulle crociere sui canali di Amsterdam, mentre altri si verificano al di fuori del centro città. Puoi trovare una panoramica dei diversi programmi gastronomici ad Amsterdam qui.


In conclusione, il patrimonio caseario dei Paesi Bassi ha regalato al mondo formaggi straordinari che soddisfano una vasta gamma di gusti e preferenze. Dal delicato e versatile Gouda all’audace e aromatico Limburger, ogni formaggio olandese offre un’esperienza sensoriale unica. Quindi, la prossima volta che ti concedi un delizioso piatto di formaggi, ricorda di rendere omaggio alla ricca tradizione olandese che ha portato queste deliziose delizie al tuo palato.

Sette errori che non dovresti fare ad Amsterdam

Amsterdam è una destinazione che attira milioni di visitatori ogni anno. Dai suoi pittoreschi canali e l’architettura storica alla sua atmosfera liberale e ai tesori culturali, Amsterdam offre un’esperienza unica e indimenticabile. Tuttavia, i turisti possono commettere alcuni errori comuni. Per garantire un viaggio fluido e piacevole, ecco sette errori che non dovresti fare ad Amsterdam.

Sette errori da non commettere ad Amsterdam

Ignorare l’etichetta della bicicletta.

Amsterdam è rinomata per essere una città bike-friendly, e noterai subito che la gente del posto fa molto affidamento sulle loro biciclette per spostarsi. Come visitatore, è essenziale rispettare le piste ciclabili e i segnali, in quanto hanno il diritto di precedenza. Evita di camminare nelle piste ciclabili designate e fai attenzione quando attraversi le strade. Familiarizzare con i segnali manuali della bicicletta per capire le intenzioni dei ciclisti e prevenire incidenti.

Se mai guidi un’auto, è anche imperativo prestare sempre attenzione alle biciclette che ti circondano, poiché spesso si presentano accanto alla tua auto senza molto preavviso.

Biciclette Amsterdam

Molti turisti noleggiano una bicicletta da soli. È fantastico, ma presta molta attenzione al traffico, in particolare ai tram, mentre usi la bicicletta ad Amsterdam. Un’altra cosa importante è parcheggiare la bicicletta solo dove è consentito. Ci sono aree dedicate dove è possibile parcheggiare la bicicletta e molti luoghi in cui non è possibile lasciare la bici. Se parcheggi ancora la tua bicicletta in una posizione del genere, verrà rapidamente rimossa e dovrai dedicare molto tempo e pagare una certa tassa per restituirla.

Sottovalutare le distanze a piedi.

Mentre Amsterdam è relativamente compatta e percorribile a piedi, alcuni viaggiatori potrebbero dover prestare maggiore attenzione alle distanze tra le attrazioni. Il modo migliore per esplorare Amsterdam è a piedi in quanto vedrai molti dettagli impossibili da scoprire da barche sul canale, auto o mentre vai in bicicletta.

Anche se Amsterdam potrebbe sembrare piccola sulla mappa, vale comunque la pena considerare le distanze. Se vivi vicino ad Amsterdam Centraal (la stazione ferroviaria), devi camminare per 3 km per raggiungere il famoso Museo Van Gogh a Museumplein. Se preferisci visitare lo zoo (Artis Zoo), la distanza tra la stazione ferroviaria e lo zoo è di 2 km.

Museo Van Gogh
Il Museo Van Gogh di Amsterdam.

Qual è la conclusione? Porta buone scarpe e, se ti preoccupi delle distanze, prendi in considerazione l’acquisto di un pass giornaliero per i mezzi pubblici o il noleggio di una bicicletta.

Non essere scortese. Comportati bene!

La cortesia e le buone maniere sono molto apprezzate nella cultura olandese. Saluta sempre la gente del posto con un amichevole “Hallo” o “Goedemorgen” (buongiorno) e ringraziali con un “Dank je wel” (grazie) dopo aver ricevuto assistenza. Essere cortesi creerà senza dubbio un’esperienza più positiva durante la tua visita.

Nessuno si aspetta che tu impari l’olandese, ma imparare qualche parola renderà la vita molto più facile e farai una buona impressione sulla gente del posto.

Puoi leggere di più su di esso più in basso in questo articolo, ma una parte del seguire le maniere olandesi si occupa anche di comportarsi bene per strada e cercare di rendere la vita per la gente del posto il più tranquilla e pacifica possibile.

Ignorare le leggi sulla cannabis.

Amsterdam è famosa per le sue caffetterie, dove è possibile acquistare e consumare legalmente prodotti a base di cannabis. Tuttavia, ricorda che si applicano alcune regole e regolamenti.

Ad esempio, devi avere almeno 18 anni per entrare in un bar e consumare cannabis solo in aree designate. Il fumo pubblico di cannabis è illegale e può portare a multe, quindi fai attenzione a dove ti è permesso partecipare.

pianta di cannabis
Fonte: Pixabay

In altre parole, non aspettatevi di vedere persone fumare cannabis in ogni angolo della città. Questo non è ciò che vedrai perché fumare per strada è illegale, il che significa che non dovresti farlo, né dovrebbe farlo nessun altro.

Non aspettarti feste selvagge ovunque.

Amsterdam ha la reputazione di essere una città festaiola. In parte è vero, ma la città stessa sta combattendo questa reputazione. Perché?

Amsterdam ha lottato per anni con i turisti causando più danni che benefici. Molti turisti vengono nella capitale olandese per festeggiare. Di conseguenza, bevono molta birra, fumano marijuana e talvolta la combinano con altre droghe. Alla fine, sono lapidati e non hanno alcun controllo del loro comportamento. La storia finisce spesso per causare danni all’interno di ristoranti e bar o con visite agli ospedali vicini.

Non solo è distruttivo per l’economia e la città, ma disturba la gente del posto che vuole che il turismo sia bandito dalla città a causa della folla di turisti che si comportano in questo modo.

Amsterdam sta cercando di proteggere la gente del posto dal comportamento estremo dei turisti. Se ti comporti bene, la città probabilmente ti accoglierà a braccia aperte in futuro!

Comportati con rispetto nel quartiere a luci rosse.

Le persone vengono ad Amsterdam con un’immaginazione molto diversa sul quartiere a luci rosse. Non importa cosa ti aspetti, comportarti con rispetto mentre cammini nella zona è importante. Prima di tutto, il quartiere a luci rosse non è tutto Amsterdam, ma alcune aree nel centro di Amsterdam. Puoi facilmente finire per passeggiare per il quartiere a luci rosse senza cercarlo. Non importa come finisci nel quartiere a luci rosse, ecco alcuni errori che non dovresti fare mentre cammini per la zona.

  1. Le persone che lavorano nel quartiere a luci rosse lo stanno facendo legalmente. Proprio come ti aspetti di essere trattato con rispetto per il tuo lavoro, queste persone meritano il tuo rispetto (e non disgusto o condanna).
  2. Non fotografare le persone che lavorano nella zona, né le finestre dove le ragazze offrono i loro servizi, senza permesso.
  3. Anche se è una zona di festa, dovresti camminare per le strade tranquillamente, rispettando la gente del posto e le persone che ci lavorano.
  4. Non lasciarti ingannare dalle truffe. La gente cerca di ingannare i turisti ovunque, anche nel quartiere a luci rosse. Allo stesso tempo, fai attenzione alla tua appartenenza e alla tua sicurezza, specialmente di notte.

Vuoi saperne di più sul quartiere a luci rosse? Molti tour a piedi ti danno informazioni, suggerimenti e informazioni che non troverai altrove. Puoi leggere di più sui diversi tour del quartiere a luci rosse qui.

Segreti a luci rosse
Red Light Secrets – Un museo sulla prostituzione nel quartiere a luci rosse.

Pianifica il tuo viaggio e prenota i tuoi biglietti in anticipo!

Amsterdam è una città piena di delizie culturali. Prenditi il tempo per visitare musei come il Rijksmuseum, il Museo Van Gogh e la Casa di Anna Frank. Assisti a un concerto di musica classica al Concertgebouw o vivi l’arte contemporanea allo Stedelijk Museum. Ma non dimenticare di pianificare in anticipo!

La Casa di Anna Frank è uno dei luoghi più popolari da visitare ad Amsterdam. Molte persone hanno in programma di visitare il museo / casa, solo per scoprire che non ci sono biglietti disponibili.

Se non ti interessa davvero se puoi visitare o meno un museo o una mostra, allora non devi prestare attenzione a questo. Ma se una parte essenziale del tuo soggiorno è una visita alla Casa di Anna Frank, una visita guidata a un luogo speciale o una mostra temporanea nel Rijksmuseum, dovresti assolutamente pianificare e acquistare i biglietti in anticipo.

Casa di Anna Frank
Casa di Anna Frank

Non sono rimasti biglietti per la Casa di Anna Frank durante il tuo soggiorno? Vuoi saperne di più sulla ragazza, sul quartiere e sul destino di migliaia di ebrei ad Amsterdam durante la seconda guerra mondiale? Sono disponibili diversi tour che trattano di Anna Frank e della storia ebraica ad Amsterdam. Puoi leggere di più sui tour relativi ad Anne Frank ad Amsterdam qui.


In conclusione, Amsterdam è una città di sorprese ed evitare questi errori comuni ti aiuterà a sfruttare al massimo il tuo tempo in questa destinazione accattivante. Rispettando le usanze locali, essendo consapevoli di ciò che ti circonda e abbracciando le esperienze culturali disponibili, creerai ricordi che dureranno una vita. Quindi, prepara le valigie, cerca e preparati per un’avventura indimenticabile ad Amsterdam!

Kastel de Haar a Utrecht: Che cos’è? Come arrivare da Amsterdam?

Kastel de Haar è una delle attrazioni più visitate di tutti i Paesi Bassi. Si trova vicino alla città di Utrecht, una delle città più popolari e migliori dei Paesi Bassi. La distanza da Amsterdam Centraal a Kastel de Haar è di circa 40 chilometri. Come è possibile viaggiare tra Amsterdam e Kastel de Haar? Ne vale la pena?

Molte persone che vengono nei Paesi Bassi hanno letto e sentito parlare di Keukenhof. Questo è un posto che tutti dovrebbero visitare, ma dovresti assolutamente visitare anche il magnifico Kastel de Haar. Perché?

Ingresso Kastel de Haar

Perché visitare Kastel de Haar?

Kasteel de Haar, noto anche come castello De Haar, è un castello in stile medievale situato nei Paesi Bassi, vicino alla città di Utrecht. Il castello fu originariamente costruito nel 14 ° e 15 ° secolo, ma non fu curato. Alla fine del 19 ° secolo e all’inizio del 20 ° secolo, il castello fu restaurato e ampliato dalla ricca famiglia van Zuylen, che possedeva la proprietà all’epoca.

Oggi, Kasteel de Haar è una delle attrazioni turistiche più popolari nei Paesi Bassi, attirando visitatori da tutto il mondo. Il castello presenta una straordinaria gamma di architettura medievale, tra cui torrette, torri, fossati e ponti levatoi. All’interno, i visitatori possono esplorare una varietà di stanze e sale, tra cui la grande sala da ballo, la biblioteca e la cucina.

Il castello è circondato da un ampio parco e giardini, che presentano una varietà di sculture, fontane e altri elementi decorativi. I visitatori possono fare visite guidate al castello e ai suoi terreni, e ci sono anche una serie di eventi e attività che si svolgono qui durante tutto l’anno, tra cui concerti, mostre e festival. Mentre visiti la zona, puoi acquistare un biglietto che ti consente di visitare solo il parco, oppure puoi acquistare un biglietto che ti darà l’ingresso al castello stesso, oltre al parco. Indipendentemente dall’opzione scelta, assisterai a una delle zone più belle di tutti i Paesi Bassi.

Il fantastico Kastel de Haar

Come viaggiare da Amsterdam a Kastel de Haar con i mezzi pubblici?

Il modo più semplice per visitare Kastel de Haar è con una macchina. Puoi quindi guidare direttamente al castello, parcheggiare l’auto e goderti il parco, il castello e i dintorni. Ma se non hai un’auto e non vuoi pagare un taxi, puoi usare i mezzi pubblici. Questo è, tuttavia, un po ‘complicato e richiede molto tempo, il che significa che dovresti prendere in considerazione l’idea di unirti a un viaggio organizzato.

Se vuoi comunque utilizzare i mezzi pubblici, questo è il modo migliore per viaggiare da Amsterdam (o da altre città dei Paesi Bassi) a Kastel de Haar.

  • Viaggia in treno fino a Utrecht Centraal.
  • Viaggia da Utrecht Centraal a Vleuten in treno.
  • Prendi l’autobus 127 dalla stazione di Vleuten a “Haarzuilens, Eikslaan/Kasteel”.
  • Cammina dalla fermata dell’autobus al castello.

Haarzuilen è un bellissimo paesino vicino al castello, quindi è un luogo perfetto per il pranzo, una tazza di caffè o per una deliziosa cena.

L’autobus che collega la stazione di Vleuten con Kastel de Haar non viaggia troppo spesso (normalmente una volta all’ora), il che significa che dovresti pianificarlo in anticipo se non vuoi finire per aspettare inutilmente. Questo vale anche per il viaggio di ritorno alla stazione di Vleuten mentre finisci il tuo viaggio a Kastel de Haar.

Offerto da GetYourGuide

Cosa mangiare vicino a Kastel de Haar?

Stai cercando qualcosa da mangiare vicino a Kastel de Haar? Ci sono posti all’interno della zona del castello dove è possibile trovare qualcosa da mangiare e da bere. Ti piacerebbe mangiare in qualcosa che ricorda di più un normale ristorante? Troverete diversi ristoranti a poche centinaia di metri dal castello nel villaggio di Haarzullens. Questo è un villaggio fantastico con una grande atmosfera, che lo rende una soluzione ideale se si desidera mangiare un pranzo caldo o una bella cena.

Se invece vuoi mangiare una deliziosa pizza italiana, torna al centro di Vleuten. Vicino alla stazione di Vleuten si trova il ristorante italiano Cucina Elena. Qui puoi mangiare una delle migliori pizze dei Paesi Bassi (questa è la nostra opinione soggettiva) che merita una sosta se ti trovi in zona.

Dove vivere vicino a Kastel de Haar?

Stai cercando un posto dove vivere vicino a Kastel de Haar? Ecco alcuni suggerimenti.

  • The Lodge : Non ci si avvicina a Kastel de Haar più di così. Questo alloggio simile a una fattoria si trova a circa 1000 metri dal castello, rendendolo una soluzione ideale per un sonno fantastico in un ambiente tranquillo vicino al castello.
  • Brasserie de Brouverij: Questo alloggio si trova nel centro di Vleuten. Si trova “solo” a 2,6 km da Kastel de Haar. Puoi facilmente camminare da questa posizione al castello in un ambiente tranquillo che lo rende una buona soluzione se vuoi vivere un po ‘più centrale di quello che fai a “The Lodge”. Troverete negozi di alimentari, ristoranti e la stazione ferroviaria vicino a questo alloggio.

Questi erano alcuni suggerimenti se vuoi passare la notte in un hotel o qualcosa che ti ricorda un hotel vicino a Kastel de Haar.


Avete ulteriori domande o commenti? Scrivili qui sotto!

Otto eventi importanti nella storia di Amsterdam

Amsterdam, la capitale dei Paesi Bassi, è una metropoli vibrante e vivace con una storia ricca e affascinante che si estende per oltre 800 anni. Ecco otto eventi importanti che hanno plasmato e definito la città di Amsterdam nel corso del suo colorato passato:

La fondazione di Amsterdam

Amsterdam è stata fondata come un piccolo villaggio di pescatori alla fine del 12 ° secolo, con la prima menzione scritta dell’insediamento risalente al 1275. Il nome è stato ricevuto come una diga è stata costruita per proteggere il villaggio dalle inondazioni del fiume Amstel. La diga è stata chiamata “Amstelredamme” o “Amsterdam” in olandese, che è il modo in cui la città ha ricevuto il suo nome. La diga ha facilitato la creazione di un porto, che ha aiutato Amsterdam a crescere come centro commerciale.

La crescita di Amsterdam come centro commerciale

Nel corso del 16 ° e 17 ° secolo, Amsterdam divenne una delle città commerciali più importanti del mondo, grazie all’istituzione della Compagnia olandese delle Indie orientali e al suo monopolio sul commercio con l’Asia. La sua posizione geografica vicino al mare e nel centro dell’Europa ha aumentato lo status delle città come centro per il commercio in Europa.

La costruzione dei canali

Nel 17 ° secolo, Amsterdam intraprese un enorme progetto di costruzione che trasformò la città, creando la rete di canali che è ancora ammirata oggi. Il primo grande canale che fu costruito fu il Canale del Segnale, seguito da Herengracht (Canale dei gentiluomini), Keizersgracht (Canale dell’Imperatore) e Prinsengracht (Canale del Principe).

Costruzione di canali ad Amsterdam

L’età d’oro dell’arte olandese

L’età d’oro dell’arte olandese si riferisce a un periodo di notevoli risultati artistici e culturali nei Paesi Bassi, in particolare nel 17 ° secolo. Amsterdam ha svolto un ruolo centrale durante questa epoca a causa di vari fattori che hanno contribuito al suo significato come un importante centro artistico.

Durante il Secolo d’oro olandese, Amsterdam conobbe una prosperità economica senza precedenti, stabilità politica e una fiorente classe media. Queste condizioni favorevoli favorirono un clima che sostenne e patrocinò le arti, portando a una notevole effusione artistica nella città.

Rembrandt van Rijn (1606-1669) fu il pittore più famoso di questo periodo. È considerato uno dei più grandi pittori della storia dell’arte. Oltre a Rembrandt, Johannes Vermeer (1632-1675) e Frans Hals (1582-1666) furono le figure più importanti del Secolo d’oro olandese.

L’assedio di Amsterdam nel 1573

Amsterdam ha svolto un ruolo fondamentale nella guerra degli ottant’anni tra la Repubblica olandese e la Spagna. Nel 1573, le forze spagnole, sotto il comando del generale Francisco de Valdez, assediarono la città nel tentativo di riprendere il controllo su di essa e sopprimere la ribellione. L’esercito spagnolo circondò Amsterdam e tagliò le sue linee di rifornimento per affamare la città fino alla sottomissione. I difensori di Amsterdam, guidati da un mercante di nome Jan van der Does, si prepararono all’assedio fortificando le mura della città e organizzando una forza di difesa. L’assedio di Amsterdam fu un punto di svolta nella lotta per l’indipendenza olandese.

L'assedio di Amsterdam nel 1573

La vittoriosa difesa della città aumentò il morale tra i ribelli olandesi e rafforzò la loro determinazione a combattere contro il dominio spagnolo. Amsterdam rimase una roccaforte per la resistenza olandese, contribuendo alla creazione della Repubblica olandese indipendente nei decenni successivi. L’assedio ebbe anche un impatto duraturo sulla città stessa. L’esperienza dell’assedio e la resilienza mostrata dai suoi abitanti hanno contribuito a plasmare l’identità di Amsterdam come città che valorizza la libertà, l’indipendenza e la resistenza contro l’oppressione.

L’annessione dei cittadini ebrei durante l’Olocausto

Prima della guerra, Amsterdam aveva una vivace e fiorente comunità ebraica. Gli ebrei avevano vissuto in città per secoli, e all’inizio del 20 ° secolo, Amsterdam aveva una delle più grandi popolazioni ebraiche in Europa. Molte famiglie ebree furono integrate nella società olandese, contribuendo a vari aspetti della cultura, degli affari e della vita intellettuale.

Tuttavia, con l’ascesa del regime nazista in Germania e la successiva occupazione dei Paesi Bassi nel 1940, la popolazione ebraica dovette affrontare restrizioni e persecuzioni sempre più severe. Le leggi antiebraiche furono attuate, prendendo di mira gli ebrei con misure discriminatorie e spogliandoli dei loro diritti. Gli ebrei furono gradualmente emarginati e isolati dal resto della società, le imprese di proprietà ebraica furono costrette a chiudere e gli studenti ebrei furono espulsi dalle scuole e dalle università.

La deportazione sistematica e lo sterminio degli ebrei ad Amsterdam iniziarono nel 1942. I nazisti, assistiti da collaboratori olandesi, organizzarono incursioni nelle case e nei quartieri ebraici. Gli ebrei furono radunati e inviati in campi di transito, come Westerbork, prima di essere trasportati nei campi di sterminio, principalmente Auschwitz e Sobibor nell’Europa orientale. La stragrande maggioranza della popolazione ebraica della città, stimata in circa 80.000 persone, fu deportata e uccisa durante l’Olocausto. Solo una piccola frazione sopravvisse.

La legalizzazione del matrimonio omosessuale

Nel 2001, i Paesi Bassi sono diventati il primo paese al mondo a legalizzare il matrimonio tra persone dello stesso sesso, con Amsterdam che ha svolto un ruolo centrale nel sostenere e abbracciare questa legislazione storica.

La costruzione dell’aeroporto di Schiphol

L’aeroporto è stato costruito nel 20 ° secolo per soddisfare la crescente domanda di viaggi aerei e servire come principale aeroporto internazionale dei Paesi Bassi. Le origini possono essere fatte risalire al 1916 quando un aeroporto militare chiamato Schiphol Fort fu fondato nel polder Haarlemmermeer, a sud-ovest di Amsterdam. Inizialmente, servì come base militare durante la prima guerra mondiale. Nel 1920, il governo olandese designò Schiphol come aeroporto civile per soddisfare la crescente necessità di trasporto aereo. La posizione favorevole del sito lo ha reso adatto per lo sviluppo dell’aeroporto. Il primo volo passeggeri ufficiale lasciò l’aeroporto nel 1920.


Questi sono alcuni degli eventi più importanti della storia di Amsterdam. Se vuoi saperne di più su Amsterdam, potrebbe essere intelligente partecipare a una visita guidata ad Amsterdam o visitare uno dei tanti musei storici della città.

I tre musei che tutti gli amanti della storia dovrebbero visitare ad Amsterdam!

Amsterdam è una città straordinaria e ci sono una lunga lista di musei che vale la pena visitare mentre cammini su e giù per le strade della capitale olandese. Ma quali sono i primi tre musei di Amsterdam per gli amanti della storia? Ecco la nostra lista dei primi tre!

Per facilitare la pianificazione del tuo itinerario, abbiamo compilato un elenco dei tre migliori musei di Amsterdam per chi ama la storia, compresa la storia di Amsterdam, dei Paesi Bassi e dell’Europa in generale. Se vuoi ancora di più, abbiamo anche alcuni consigli bonus per te!

I primi tre musei di Amsterdam per gli amanti della storia!

1. Rijksmuseum

Il Rijksmuseum è uno dei musei più importanti e visitati dei Paesi Bassi. Il museo è dedicato all’arte e alla storia olandese e ospita alcune delle opere più famose del paese, come “La ronda di notte di Rembrandt” e “La lattaia” di Vermeer. Oltre all’arte, il museo ha anche un’impressionante collezione di oggetti storici, reliquie e documenti della storia olandese. Puoi conoscere la storia dei Paesi Bassi dal Medioevo ai giorni nostri, attraverso oggetti come navi storiche, mobili e strumenti scientifici.

La storia olandese nel Rijksmuseum

2. Casa di Anna Frank

La Casa di Anna Frank è uno dei musei più popolari di Amsterdam e documenta la vita di Anna Frank, una ragazza ebrea che si nascose in una dependance segreta ad Amsterdam durante l’Olocausto. Il museo si trova nell’edificio in cui Anna Frank e la sua famiglia si nascosero per più di due anni e dove scrisse il suo famoso diario. Visitare questo museo ti porta in un viaggio attraverso la vita di Anna Frank, la persecuzione nazista degli ebrei e le esperienze di coloro che vivono in clandestinità.

Museo di Anna Frank Amsterdam

3. Museo di Amsterdam

Il Museo di Amsterdam, precedentemente noto come Museo Storico di Amsterdam, offre una panoramica completa della storia della città. Copre lo sviluppo di Amsterdam dalle sue umili origini come villaggio di pescatori alla sua ascesa come importante centro commerciale durante il Secolo d’oro olandese. Il museo esplora vari aspetti della storia di Amsterdam, tra cui la sua architettura, il commercio, gli sviluppi sociali e il patrimonio culturale. Impiega mostre interattive, presentazioni multimediali e oggetti storici per coinvolgere i visitatori nel passato della città.

Museo di Amsterdam

Vuoi ancora di più? Ecco alcuni consigli aggiuntivi!

Bonus 1: Museo Van Gogh

Il Museo Van Gogh è una meta imperdibile per gli amanti dell’arte e per chiunque sia interessato alla vita del famoso pittore olandese. Il museo ospita un’incredibile collezione di oltre 200 dipinti, tra cui alcune delle opere più famose di Van Gogh come “I girasoli” e “I mangiatori di patate”. La mostra include anche lettere che ha scritto alla sua famiglia e ai suoi amici, rivelando intuizioni su ciò che lo ha ispirato a dipingere. Puoi anche conoscere la vita, le emozioni e l’ascesa alla fama di Van Gogh, attraverso mostre interattive.

Museo Van Gogh di Amsterdam

Bonus 2: Museo della Prostituzione

La prostituzione legalizzata è una delle cose per cui Amsterdam è più conosciuta. Vuoi saperne di più sulla storia della prostituzione e anche su com’è la vita per una prostituta? Al Museo della Prostituzione, puoi scoprire qualcosa di nascosto e vietato nella maggior parte delle altre parti del mondo.

Museo della Prostituzione - Red Light Secret

Al museo, otterrai informazioni sul quartiere a luci rosse di Amsterdam, vedrai le stanze e come appare l’interno dove le prostitute fanno il loro lavoro, e potrai anche vedere cosa vuol dire stare in una finestra e guardare le persone che passano da altrettante prostitute nei giorni normali.


Non importa che tipo di storia ti interessa, Amsterdam ha fantastici musei che ti aspettano! Se vuoi maggiori informazioni su programmi, attività, attrazioni, trasporti e sui prossimi eventi ad Amsterdam, guardati intorno nella nostra guida di Amsterdam.